CUEIM
 
 
 
dic 19, 2017

IMPROWARE – Innovative Means to PROtect WAter REsources, in the Mediterranean Coastal areas through re-injection of treated water

Il Progetto IMPROWARE  è un uno dei 5 progetti dimostrativi parte del programma di assistenza tecnica regionale Sustainable Water Integrated Management (SWIM), lanciato dalla Commissione europea per contribuire alla diffusione su ampia scala, ed all’effettiva attuazione, di politiche e tecniche di gestione sostenibile delle acque nella regione del Mediterraneo meridionale.

Partenariato

CUEIM –Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale (Italy)

IMELS – Italian Ministry of the Environment, Land, and Sea (Italy)

EEAA –Egyptian Environmental Affairs Agency (Egypt)

ONAS – Office National de l’Assainissement (Tunisia)

CURSA – Consorzio Universitario per la Ricerca AAH

University of Aarhus (Denmark)

Socioeconomica e per l’Ambiente (Italy)

 

 
Annualità
2012 - 2014
 
Obiettivi

IMPROWARE è un progetto dimostrativo che promuove l’innovazione e le migliori pratiche sostenibili sulla protezione delle acque nelle aree costiere del Mediterraneo attraverso la reinserzione dell’acqua trattata.
L’obiettivo generale del progetto è quello di dimostrare e promuovere politiche e pratiche di gestione dell’acqua sostenibili in Egitto e Tunisia, sfidando il deterioramento delle falde acquifere causate dall’intrusione di acqua salata dovuta all’eccessivo sfruttamento e al cambiamento climatico. Ciò contribuisce infine a migliorare le prospettive di sviluppo economico delle comunità rurali nelle regioni costali oggetto di studio.

Le azioni pilota riguardano:

  • Stabilimento di 2 siti dimostrativi a El-Arish (Egitto), per la costruzione di un nuovo impianto pilota; e  Korba (Tunisia), per migliorare il trattamento delle acque;
  • Applicazione di metodologie specifiche per il riutilizzo di acque reflue per la ricarica delle falde acquifere costiere nelle regioni aride, che soffrono di intrusione di acqua salata;
  • condivisione delle esperienze in altri paesi ENPI Mediterraneo diffondendo i risultati del progetto, le migliori pratiche e tecnologie

Gli Obiettivi generali del progetto:

  • dimostrare, promuovere e diffondere politiche e pratiche di gestione dell’acqua sostenibili dal punto di vista ambientale;
  • costruire il consenso e la cooperazione sostenibile in materia di acqua tra i due paesi partner ENPI (Egitto e Tunisia) e nella regione ENPI Mediterraneo.

Gli Obiettivi specifici del progetto:

  • ridurre l’attuale eccessivo sfruttamento delle acque di falde e migliorare le prospettive di sviluppo economico delle comunità rurali nelle regioni interessate, aumentando la disponibilità di acqua per le attività agricole;
  • attirare l’attenzione dei decisori politici e delle parti interessate nei paesi partner e nella regione Mediterranea ENPI sull’esistenza di soluzioni per affrontare i problemi della scarsità di acqua;
  • facilitare il trasferimento di know-how e contribuire così a rafforzare la necessaria pianificazione e gestione delle competenze a livello sub-regionale e regionale;
  • incoraggiare la cooperazione nel campo della gestione sostenibile e integrata delle acque attraverso il rafforzamento delle capacità, il consolidamento istituzionale e la partecipazione.
 
Articolazione

Il progetto è composto da 5 fasi fondamentali:

  • identificazione di due siti dimostrativi, a El-Arish (Egitto) con la costruzione di un nuovo impianto pilota, e in Korba (Tunisia) migliorando l’esistente impianto di trattamento e di ricarica degli acquiferi;
  • applicazione di metodologie specifiche per il riutilizzo di acque reflue per la ricarica delle falde acquifere costiere in regioni aride che soffrono di intrusione di acqua salata. Confronto delle diverse metodologie impiegate nei due siti;
  • trasferimento delle esperienze positive maturate in questi siti in altri paesi mediterranei ENPI divulgando i risultati del progetto, dimostrando le best practices e lo stato dell’arte delle tecnologie;
  • garantire l’estensione e la comunicazione, la consapevolezza della società, e la partecipazione a livello nazionale e regionale;
  • migliorare le competenze istituzionali e rafforzare la cooperazione regionale per la gestione sostenibile e integrata delle risorse idriche.
 
Destinatari

Destinatari Diretti

Le Istituzioni rilevanti dei due Paesi Partner ENPI

  • Egitto: a) Agenzia Egiziana sugli Affari Ambientali, b) il Governatorato del Sinai del Nord, c) il Ministero delle Risorse Idriche e Irrigazione – MWRI; d) l’Azienda capogruppo delle acque e delle acque reflue.
  • Tunisia: a) Ufficio Nazionale per l’Igiene – ONAS, b) Direzione generale delle Risorse Idriche – DGRE, presso il Ministero dell’Agricoltura e delle Risorse d’acqua (MAgWR), c) Aggregazione di Sviluppo Agricolo – Sviluppo GDAl, d) uffici regionali agricoli CRDA, e) associazione tunisina di Protezione Ambiantale di Korba); – gli abitanti della aree intorno EI-Arish (Egitto) e Korba (Tunisia).

Destinatari Indiretti

  • autorità Pubbliche;
  • agenzie e Istituzioni di Sviluppo e Ambiente;
  • centri di Ricerca Nazionali;
  • centri e reti di comunicazione;
  • organizzazioni non governative nei paesi mediterranei ENPI;
  • la popolazione delle aree dove il progetto sarà replicato.
 
Output di Ricerca

Realizzazione di un impianto pilota e iniziative formative e divulgative in tema di risorse idriche in ambito mediterraneo.

 
Contatti
 

Se vuoi approfondire,

Leggi il Rapporto di Ricerca sul portale di Sinergie

“The challenge of reclaimed wastewater in the Mediterranean”